PROVE DI VOLO: aquiloni in via Micesio

Far volare un aquilone è sempre un’emozione, tanto se si è fanciulli, giovani o adulti. Dona un senso di benessere e di leggerezza a tutta la persona, anche se si sta con i piedi per terra. Se poi, prima di farlo alzare in volo, avete anche dedicato del tempo a costruire quell’aquilone, la soddisfazione ve la si legge in faccia. Ed è proprio ciò che è capitato ad un gruppo di rifugiati, una quindicina di ragazzi i 17 e 21 anni che hanno partecipato al Laboratorio Aquiloni organizzato presso la sede Nuovi Cittadini. A guidare il l’attività il sig. Carlo Anzil del Centro Friulano Parapendio, esperto acrobata dell’aria ma anche maestro nella costruzione di aquiloni e profondo conoscitore della storia di questo colorato “veliero”.

Ragazzi “all’opera” nel LABORATORIO AQUILONI

condotto dal signor Carlo Anzil del Centro Friulano Parapendio

Se un tempo si usava la carta velina per la vela o altro materiale leggero disponibile (es. la seta in Cina), ora ci sono materiali sintetici quali il cartene, leggero, colorato e soprattutto resistente. La tecnica di realizzo però non varia, i principi di costruzione e di volo sono gli stessi di un tempo, ma accanto ai nuovi materiali si è affinata l’abilità e quindi la possibilità di realizzare aquiloni dalle sagome più strane e dalle prestazioni entusiasmanti. Ed è stato così che alcuni aquiloni “freschi di fabbrica” hanno iniziato a volare in un pomeriggio d’autunno, donando colore ad un cielo non più molto limpido. Pochi refoli di vento e qualche corsa sono bastati a lanciare in alto le colorate vele che, con maestria innata, soprattutto i ragazzi afghani hanno fatto volteggiare davanti alle finestre della residenza Ai Faggi. Un modo per stare insieme, per sperimentare la propria manualità, per raccontare quanto già si sa ma anche per apprendere cose nuove, per condividere la gioia di realizzare un oggetto che porta in alto stati d’animo, pensieri e sogni. Ma finora si è trattato di prove, ora tutti attendono la festa del volo prevista per una domenica d’autunno sulla spiaggia di Lignano, … anche la brezza proveniente dal mare è in attesa di dare il suo contributo.

Prove di volo con gli AQUILONI appena costruiti