PROGETTO So.L.E. – Solidarietà Lavoro Esperienza … insieme si può

Vengono da sette paesi diversi e sono accomunate dalla necessità di conoscere le norme e i principi che regolano la società in cui si trovano ora a vivere, nonché dal desiderio di comprendere le abitudini,  gli usi e gli approcci al quotidiano delle comunità, delle famiglie e dei singoli con cui entrano in contatto. Alcune sono inserite in famiglie come badanti, altre operano come colf, oppure sono alla ricerca di lavoro sempre nell’ambito delle collaborazioni domestiche.  Eritrea, Etiopia, Nigeria, Albania, Marocco, Camerun e Repubblica Centroafricana i loro Paesi;  altrettante  lingue, diverse storie, diverse abitudini, diverse culture. Sono quindici le donne immigrate che hanno frequentato il corso di formazione che ha preso avvio in settembre presso la sede delle ObiettivoFamiglia-Federcasalinghe FVG a Udine.  Un gruppo eterogeneo ma motivato, orientato alla piena integrazione, a sviluppare un senso di appartenenza alla nuova realtà, a maturare una cittadinanza attiva. I loro “bisogni” si incrociano con quelli dei cittadini italiani che sentono la necessità di ridurre le situazioni di conflitto e le incomprensioni, di condividere regole e comportamenti, di riconoscere competenza e professionalità a queste lavoratrici, di includere socialmente chi presta servizi all’interno di famiglie e della comunità locale.

Le partecipanti al corso di formazione con i tutor dell’associazione Nuovi Cittadini Onlus (vedi altre immagini)

Queste esigenze sono state intercettate da ObiettivoFamiglia-Federcasalinghe FVG,  Casa del Consumatore e Nuovi Cittadini Onlus che, con la loro sensibilità ed esperienza “sul campo”, hanno creato delle opportunità di informazione e formazione ad hoc per le lavoratrici straniere. Infatti, siamo alla terza edizione di un corso di formazione che permesso alle discenti di aumentare le lo loro conoscenze  della realtà italiana e in particolare di quella provinciale, di acquisire maggiore consapevolezza sui propri diritti e doveri e, per coloro che svolgono assistenza alla persona, di fornire un servizio più competente e rispondente alle norme di buona gestione che regolano il settore dell’assistenza,  specialmente quella agli anziani.  Tra i docenti coinvolti ci sono stati avvocati, assistenti sociali, infermieri  e operatori  nell’ambito dei servizi alla persona.

Donneuropee-FedercasalingheFVG è presente sul territorio regionale fin dal 1982 e, come ci racconta la presidente dell’associazione LAURETTA SERAFINI, da sempre opera a favore della piena integrazione e riconoscimento del valore della persona all’interno della società. Dopo i precedenti progetti interculturali quali “Insieme nel mondo” e “M.A.N.Di (Mondo Amico nelle Diversità)”, con questa nuova edizione di So.L.E.  conferma ancora una volta la sua grande attenzione dell’Associazione per le tematiche emergenti  riguardanti le donne e l’ambito familiare, nonché la propensione ad operare in sinergia e in rete con altri attori del territorio.

Il progetto è sostenuto dalla Provincia di Udine e l’attività di formazione si è conclusa  il 14 ottobre 2014 con la consegna degli attestati alle partecipanti e una valutazione dell’esperienza tra tutti  i soggetti coinvolti in questo percorso: persone beneficiarie, enti ed istituzioni. Era presente l’assessore provinciale Elisa Battaglia che si è complimentata con le allieve del corso.

Per i Nuovi Cittadini è un piacere avere accanto dei partner che puntano in alto, …così come ci ricordano anche le parole di Tiziano Terzani: “… il rispetto nasce dalla conoscenza e la conoscenza richiede impegno, investimento, sforzo”.

 

 

La volontaria  Franca Spollero (a sinistra) e la presidente Lauretta Serafini (a destra) di ObiettivoFamiglia-Federcasalinghe FVG