Locandina_immagine_piccolaALTRI SGUARDI è il titolo della mostra fotografica pensata per la Giornata Mondiale del Rifugiato. Una serie di scatti per narrare ciò che l’occhio coglie mentre la persona si sposta in città o nei suoi dintorni. L’occhio è quello di alcuni rifugiati e richiedenti asilo che attraverso l’obiettivo di uno smartphone hanno voluto fotografare squarci significativi, luoghi di passaggio e di incontro, segni di attività in crisi come di situazioni in fermento, pennellate di colore, rigide geometrie, forme armoniche, angoli noti come angoli che sfuggono alla consuetudine del solito percorso, piazze e strade. Chissà se anche noi ci saremmo cimentati con analoghi scatti… Certamente l’esperienza e il bagaglio culturale di ciascuno porta ad un approccio diverso con l’oggetto o la scena che si sta osservando. Sono sguardi che vengono da lontano e che ora si posano su quelli che sono i luoghi del “comune abitare” tra chi li ha da sempre abitati e chi in essi viene accolto perché ha dovuto abbandonare i propri luoghi.

ALTRI SGUARDI  è il risultato di un percorso didattico educativo che ha coinvolto 25 ragazzi prevalentemente dai 18 ai 34 anni accolti nei progetti dello SPRAR, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo eRifugiati. Guidati dal fotografo Alberto Moretti e accompagnati dagli operatori delle Associazioni che hanno promosso l’iniziativa, dopo aver acquisito le informazioni e conoscenze base rispetto la tecnica fotografica e il significato della rappresentazione per immagini, nelle Città di Udine, Gorizia, Pordenone, Sacile e Codroipo hanno realizzato i loro scatti secondo una propria sensibilità. Il lavoro è poi stato armonizzato da Moretti nel rispetto degli interessi, orientamenti e attitudini “emotive” di ognuno, così da ottenere singole storie.

ALTRI SGUARDI  è una mostra che viene presentata contemporaneamente nelle città sede di progetti di accoglienza in occasione della Giornata  Mondiale del Rifugiato 2015, per offrire occasioni di incontro e di conoscenza diretta tra la cittadinanza questi nuovi abitanti, ma anche per attirare l’attenzione, proprio in questo momento particolare, sulla condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti.

ALTRI SGUARDI  raccoglie anche il contributo di un gruppo di persone (Comitato) che ha accolto l’invito ad osservare questi giovani  “migranti forzati”, ad avvicinarsi alle loro storie, a seguire il loro percorso di approccio con il territorio, ad indagare il loro rapporto con lo strumento di comunicazione e di rappresentazione della realtà qual’è lo smartphone, a guardare gli scatti diventati immagine …a condividere le riflessioni che ne sono emerse con quanti visiteranno la mostra. Ringraziamo per questo prezioso apporto Roberta Altin (antropologa), Enzo Valentinuz (Artista), Angelo Bertani (Critico d’arte), Ulderica Da Pozzo (fotografa), Božidar Stanišić (scrittore), Lara Boccalon (giornalista).

Ecco le sedi espositive:Logo SPRAR - 20 giu

GORIZIA – Corte Bratina, Kinemax, Piazza della Vittoria 41

Giovedì 18 giugno ore 19.30 – inaugurazione mostra (esposizione fino al 25/06/15)

 

PORDENONE – Centro Culturale  A. Zanussi, Via Concordia Saggitaria 7

Sabato 20 giugno ore 11.30 – inaugurazione mostra  (esposizione fino al 28/06/15)

 

 

UDINE - Museo Etnografico del Friuli, Palazzo Giacomelli, Via Grazzano 1

Venerdì 26 giugno ore 17.30 –  inaugurazione mostra   (esposizione fino al 26/07/15, orari: da martedì a domenica dalle 10.30 alle 19.00)

 

 CODROIPO  -  località “campetti”

Venerdì 19 giugno ore 20.00 – proiezione backstage mostra fotografica e concerto della Planetarium Orkestra (vedi FestON_Codroipo)