27-02-2015: Convegno: Minori Stanieri Non Accompagnati, Venezia 14/02/15


L’operatrice Francesca De Lotto è intervenuta in qualità di relatrice al convegno di Venezia portando l’esperienza dell’Associazione Nuovi Cittadini in merito all’accoglienza offerta ai Minori stranieri non accompagnati, in particolare a coloro che tra questi fanno esplicita richiesta di protezione (per approfondire, leggi l’articolo). Diversi i contributi di associazioni ed enti che si occupano di questi giovani migranti, quindi la presentazione del libro “Minori stranieri non accompagnati. Modelli di accoglienza e strategie educative: il caso di Venezia” che riporta gli esiti della ricerca svolta dall’Università IUSVE sul territorio veneziano.

25-02-2015: DAL BLOG “FUORI DAL COMUNE”: INCONTRO TRA STUDENTI E RAGAZZI RIFUGIATI


Accompagnati dagli operatori dell’Ass. Nuovi Cittadini Onlus, Constant (29 anni), Youssef (19 anni), Abdullah (22 anni) e Halefom (23 anni) hanno incontrato un gruppo di studenti e alcuni insegnanti dell’Istituto superiore di Gemona del Friuli. L’invito è pervenuto dai ragazzi dalla redazione del blog “Fuori dal Comune” che quest’anno hanno scelto di approfondire il tema dei diritti umani … compreso il diritto di richiedere asilo e protezione internazionale (leggi i commenti degli studenti).

29-01-2015: Il sogno di Youssef raccontato agli studenti del Liceo di Cervignano


Youssef e Francesca al Liceo di Cervignanno“Qui sono rinato 4 anni fa e ora questa è la mia nuova patria”. Sono le parole di Youssef, classe 1995, originario del Sudan, arrivato ancora minorenne a Lampedusa dopo un viaggio allucinante su un barcone stracarico di persone. È un ragazzo che ha dovuto crescere in fretta lasciandosi alle spalle due guerre, bruciare le tappe dell’infanzia, staccarsi dai suo affetti, superare difficoltà di ogni sorta (..leggi tutto..)

21-01-2015: Gustare cibo… per gustare cultura!


decorazioniPrima della parola il cibo si presta a mediare tra culture differenti, aprendo i diversi “sistemi di cucina” ad ogni sorta di incroci. “IMPARARE IN CUCINA” è il corso che hanno frequentato 16 ragazzi tra novembre e dicembre 2014 presso il Cefap imparando a conoscere i cibi delle diverse tradizioni, scoprendo differenze e affinità di preparazione e di utilizzo degli ingredienti in relazione ai costumi gastronomici dei diversi paesi di provenienza raffrontati con la cucina regionale, italiana ed europea (..leggi tutto e scarica le ricette del menù …)

 17-12-2014: Percorsi di accoglienza sostenibile in FVG – riflessioni nell’ambito della Settimana UNESCO ESS


Logo Settimana ESSPer la Settimana UNESCO per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2014, NUOVI CITTADINI Onlus ha organizzato in collaborazione con Enti e Associazioni del territorio l’iniziativa “Percorsi di accoglienza sostenibile in Friuli Venezia Giulia”: momenti di formazione, informazione, educazione e confronto intorno ai temi della protezione internazionale, dell’accoglienza e dell’integrazione, declinati in tre specifici ambiti tematici: legale, sanitario e culturale (leggi tutto… e guarda le immagini).

10-12-2014: Colletta alimentare: anche i ragazzi immigrati danno una mano


Quest’anno la Giornata della Colletta Alimentare si è svolta sabato 29 novembre e anche i Nuovi Cittadini hanno aderito all’iniziativa mettendo a disposizione le proprie “forze” per rendere concreto questo gesto di solidarietà. Alcuni soci e alcuni ragazzi rifugiati hanno lavorato fianco a fianco agli altri volontari nelle attività di raccolta presso un supermercato di Tavagnacco … leggi tutto

 

 

13-10-2014: Al via nuovi corsi di italiano per stranieri


 

Per un migrante che lascia il suo Paese d’origine, quello dell’apprendimento della lingua è solo un primo importante passo per inserirsi nella nuova società. Oltre all’alfabetizzazione, la presa in carico di un rifugiato prevede anche attività di orientamento e accompagnamento alla formazione e/o riqualificazione professionale mediante corsi per adulti, tirocini formativi, ecc., al fine di valorizzare i singoli background o favorire l’acquisizione di nuove competenze [… leggi tutto]

In merito a nuove competenze acquisite, ricordiamo l’esperienza di Semion Guzmazhov. Lascia l’Ossezia fuggendo da una zona di conflito e arriva in Italia nell’aprile del 2004. Qui si inserisce nei progetti per rifugiati gestiti dall’Associazione Nuovi Cittadini. Apprende la lingua italiana, impara usi e costumi del nostro paese, insieme agli operatori dell’Associazione individua il suo percorso formativo in vista di un inserimento professionale. Nel 2005 frequenta il corso per gelatieri e ottiene la qualifica, coltiva anche l’arte del decoro vegetale [… leggi tutto].

10-10-2014: PROVE DI VOLO


Far volare un aquilone è sempre emozionante. Una quindicina di ragazzi tra i 17 e 21 anni hanno partecipato al Laboratorio Aquiloni guidato dal sig. Carlo Anzil del Centro Friulano Parapendio, un maestro nella costruzione di aquiloni e profondo conoscitore della storia di questo colorato “veliero”. Un modo per stare insieme, per sperimentare la propria manualità, per raccontare quanto già si sa ma anche per apprendere cose nuove, per condividere la gioia di realizzare un oggetto che porta in alto stati d’animo, pensieri e sogni [… leggi tutto].

22-09-2014 Il riciclo dei tappi di sughero a sostegno di un progetto di accoglienza


 

CeFAP e Nuovi Cittadini Onlus sono impegnati insieme a promuovere il “progetto ETICO” di Amorim che prevede la raccolta differenziata dei tappi di sughero usati sottraendoli così al circuito dei rifiuti da smaltire e dando agli stessi una nuova vita. Un’azione di tutela ambientale ma anche di valore sociale in quanto il ricavato dalla cessione dei tappi andrà a sostegno del progetto di accoglienza per rifugiati “Codroi/po_lis”. Clicca qui per maggiori informazioni sul PROGETTO e sulla filiera di riciclo, per scoprire chi aderisce alla raccolta dei tappi di sughero e come fare per PARTECIPARE.

15-09-2014: Progetto So.L.E. – Solidarietà Lavoro Esperienza … insieme si può


Vengono da sette paesi diversi e sono accomunate dalla necessità di conoscere le norme e i principi della società in cui si trovano ora a vivere, dal desiderio di comprendere le abitudini, gli usi e gli approcci al quotidiano delle comunità, delle famiglie e dei singoli con cui entrano in contatto. Sono una quindicina le donne immigrate che hanno partecipato al corso di formazione sostenuto dalla Provincia di Udine, realizzato presso Federcasalinghe, con la collaborazione dei Nuovi Cittadini Onlus e Casa del Consumatore [… leggi tutto].

11-09-2014: Il Sabir festival di Lampedusa 1-5 ottobre 2014


Un Festival internazionale per promuovere un’altra immagine dell’isola, che sia legata a una nuova idea di cittadinanza mediterranea, frutto di una combinazione virtuosa tra cultura locale e pratiche innovative di accoglienza in una cornice di dignità condivisa. Luogo per stimolare l’elaborazione di nuove soluzioni normative su scala nazionale ed europea, tracciare la strada per un cambiamento possibile nelle relazioni fra Europa e Africa e dare basi solide all’idea di cittadinanza mediterranea. Incontri, seminari, dibattiti, laboratori, momenti di festa, musica, condivisione (vedi il programma).

01-09-2014: incontro con Ibrahim Kane Annour, tuareg del Niger


San Martino al Tagliamento: una piccola comunità si apre all’incontro con Ibrahim Kane Annour, un tuareg che ha dovuto abbandonare il suo paese, il Niger, i suoi affetti, il suo lavoro. Ora vive a Pordenone ed Elisa Cozzarini, giornalista free lance, ha raccolto la sua storia nel libro “Il deserto negli occhi“. Una testimonianza da ascoltare e una mostra da visitare per conoscere la cultura, le tradizioni e la difficile situazione dei paesi africani in cui i tuareg vivono. Venerdì 5 settembre 2014 a San Martino al Tagliamento (vedi locandina).

14-08-2014: “Il Rifugio” vince il Premio giornalistico “Ilaria Alpi”


«Il rifugio» è il film-documentario di Luca Cusani e Francesco Cannito, vincitore del Premio giornalistico Ilaria Alpi 2014 (sezione documentari). Racconta una storia vera e paradossale di un gruppo di giovani africani fuggiti dalla guerra libica e approdati a Lampedusa, poi trasferiti e reclusi in un albergo disabitato nel nord Italia. Quale libertà, quali diritti, quali sogni, quali speranze per chi è costretto a scappare e approdare in un Paese diverso dal proprio per cultura, tradizioni, storia e sistema sociale? Quale accoglienza e quali prospettive gli riserva il Paese in cui sono approdati? C’è la reazione-azione della Cooperativa K-Pax che, assieme agli stessi immigrati, tenta una risposta-proposta verso una vera integrazione. Il docu-film è stato trasmesso il 13/08/14 su Rai3 nell’ambito della rassegna «Doc3», documentari d’autore (vedi il documentario).

12-08-2014: Visita della TV Slovena all’Associazione Nuovi Cittadini Onlus

È stata una gradita visita quella che Mirjam Muženic della Radio Televisione nazionale Slovena ha fatto il 13 agosto presso la sede dell’associazione Nuovi Cittadini Onlus a Udine insieme al collega cameramen Vili Kuzman. La giornalista, che segue la vita della comunità di lingua slovena presente a Trieste, è attenta anche a temi d’attualità come l’emergenza profughi. Oltre agli operatori dell’Associazione, i giornalisti hanno incontrato un gruppo di ragazzi del Mali e la mediatrice culturale Fatumata Traorè [… leggi tutto].

 02-08-2014: DREAMS è l’opera d’arte di un gruppo di giovani immigrati esposta presso i Colonos


AVOSTANIS 2014 – Presso i Colonos è esposta l’opera d’arte di un gruppo di giovani immigrati 

Si sono ritrovati a lavorare insieme per due giorni in un “cantiere d’arte” e la loro è una delle sette opere selezionate nell’ambito del concorso “Colonos open call” organizzato dall’associazione culturale Colonos aperto alla partecipazione di artisti al di sotto dei 29 anni, regionali e non solo. “Dreams” è il titolo del pannello realizzato da una decina di ragazzi di diversa nazionalità accolti dai Nuovi Cittadini e inseriti nel progetto SPRAR categoria vulnerabili.

Hanno condiviso un percorso educativo attraverso l’arte e la creatività per interpretare secondo il sentire di ciascuno il tema della rassegna: Chi ha paura della crisi?”. Tutte le opere selezionate dalla giuria sono visitabili liberamente durante le serate di Avostanis 2014 dalle ore 19 alle 24. Il percorso artistico Colonos Open Call si concluderà domenica 31 agosto, alle ore 11, con la presentazione del catalogo “Cul aial pore da la crisi” che documenterà le dinamiche della mostra e il lavoro dei ragazzi. Sarà anche l’occasione per incontrare e conoscere di persona i giovani artisti … che vi aspettano.

Particolare di DREAM (vedi l’intera opera)

Ragazzi e operatori de i Nuovi Cittadini Onlus ai Colonos la sera della presentazione delle opere d’arte.

 20-06-2014: Giornata Mondiale del Rifugiato 2014


“Una storia in ogni sentiero”

Nei sentieri di pace racconti della Grande guerra e delle guerre di oggi

Anche quest’anno il 20 giugno si è celebrata la Giornata Mondiale del Rifugiato per ricordare che ancor oggi nel mondo ci sono milioni di persone che fuggono dal loro Paese in cerca di protezione, costrette ad abbandonare, da un giorno all’altro, la loro “normalità” a causa della fame, della guerra o perché perseguitati per le proprie idee politiche o per il credo religioso. Sono uomini, donne e bambini che vivono in condizione di precarietà e di rischio, per i quali scappare verso altri Paesi è l’unica speranza di vita, spesso da perseguire con ogni mezzo. Uno scenario insolito quello del Sacrario di Redipuglia per celebrare tale giornata, ma non strano se si pensa che qui sono ricordati migliaia di uomini caduti a causa di un conflitto mondiale noto come Grande guerra.

Ed è proprio qui che si sono ritrovati gli ospiti dei progetti per i rifugiati della regione, gli operatori, le istituzioni e singoli cittadini per condividere riflessioni, storie, intenti, percorsi … per dire che le guerre di ieri come quelle di oggi, i conflitti in qualunque territorio avvengano hanno sempre gli stessi connotati di disumanità. In un cimitero di guerra non c’è nulla di cui gloriarsi, nessuna azione per cui andare fieri, piuttosto è luogo di memoria, di sconcerto e incredulità rispetto ai fatti della storia che hanno coinvolto uomini e comunità, che hanno schierato cittadini gli uni contro gli altri. E’ un sentimento di vicinanza e compatimento per le singole e collettive vicende umane che accomuna i soldati di allora ai presenti oggi alla celebrazione superando ogni confine temporale e spaziale. Sono queste le riflessioni proposte da don Pierluigi Di Piazza alla presenza dei convenuti, delle istituzioni e delle autorità: Vittorio Zappalorto Prefetto di Gorizia, Sandra Cavalieri dirigente Prefettura di Udine, Silvana Cremaschi consigliere regionale, Ilaria Cecot assessore della Provincia di Gorizia, Antonella Nonino assessore del Comune di Udine e diverse autorità militari.

Accompagnando i presenti tra doline e trincee del Carso goriziano, gli esperti storici della grande guerra Giorgio Cian e Roberto Todero della Pro Loco di Fogliano Redipuglia hanno presentato gli scenari di guerra e rievocato le condizioni di vita e i sentimenti dei soldati di ieri leggendo alcuni brani tratti dai loro diari. Lungo il percorso di quelli che sono stati ribattezzati “sentieri di pace”, alcuni ragazzi fuggiti da situazioni di guerra, hanno raccontato la loro esperienza e di come l’essere stati accolti in un altro Paese dia loro la possibilità di costruire una nuova vita con una rinnovata dignità. Sono queste le testimonianze toccanti di S., un ragazzo soldato dell’Eritrea, di M. un ragazzo sfuggito alle bombe in Afghanistan ed ora inserito in un progetto di protezione e di altre persone provenienti da zone in cui imperversano dei conflitti.

A cura dei Nuovi Cittadini Onlus, la giornata è poi continuata nei giardini di Via Sabbadini a Udine, in uno spazio comune immerso tra case e appartamenti in cui sono ospitati anche alcuni beneficiari dei programmi di protezione internazionale. Festoni, profumi e musiche indicano che dopo le riflessioni è il momento della festa, dell’aprirsi all’altro con ciò che rende bello l’uomo, della conoscenza delle diverse abitudini, della fratellanza attraverso la condivisione di pietanze preparate secondo varie tradizioni culinarie, della speranza per un futuro migliore senza guerre. Insieme ballano, cantano e si scambiano assaggi di cibo, uomini, donne e bimbi, afghani, pakistani, eritrei, etiopi, somali, camerunensi, nigeriani, siriani, ghanesi, sudanesi, iraniani, iracheni, burkinabé e italiani.

Nella locandina sono raccolte tutte le iniziative della giornata del rifugiato 2014 intitolata “Una storia in ogni sentiero” realizzate dagli Enti attuatori dei progetti SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con gli Enti locali titolari dei progetti, tra cui Nuovi Cittadini Onlus.

 

 

 07-04-2014: Crocicchio


“Voikrucigo/Crocicchio” – Friuli Venezia Giulia ​

Iniziative in favore della tutela e dell’integrazione dei richiedenti e titolari di protezione internazionale In Friuli Venezia Giulia, nonostante siano attivi progetti Sprar per ogni capoluogo di provincia, è nato dal 2009 un progetto per potenziare il sistema di protezione rivolto a richiedenti e titolari di protezione internazionale, che si rivolge in modo specifico a tutte quelle persone che non beneficino dell’accoglienza integrata Sprar. Una popolazione negli anni in costante aumento e spesso alimentata dalle fuoriuscite dal Cara di Gradisca, che ha oltre 180 posti. Il progetto si chiama “Voikrucigo/Crocicchio”, è realizzato con il contributo della Regione e portato avanti dagli stessi gestori dei progetti Sprar, che si sono uniti in una rete: Associazione Nuovi Cittadini di Udine, Ics di Trieste, Caritas di Trieste e di Gorizia, Cir di Gorizia, Associazione Nuovi Vicini di Pordenone. Con il progetto si vuole garantire, attraverso degli interventi il più possibile standardizzati, una serie di misure di tutela e in favore dell’integrazione a tutti i richiedenti e titolari protezione internazionale comunque presenti sul territorio, che vanno dall’orientamento rispetto all’accoglienza alla consulenza legale al sostegno alla formazione e all’inserimento lavorativo. In punti di contatto a cui possono accedere i richiedenti e titolari di protezione internazionale sono presso le sedi degli stessi progetti Sprar nei quattro capoluoghi di provincia. Questi sportelli si avvalgono anche di un “Fondo interventi assistenziali” per far fronte alle necessità quotidiane più urgenti di chi è privo di mezzi di sostentamento, da quelle relative ai beni di prima necessità alle spese amministrative per i documenti a quelle di trasporto. Le misure di orientamento e accompagnamento alla formazione e al lavoro partono dall’esperienza delle azioni messe in campo nei progetti Sprar. Chi si rivolge ai punti di contatto può essere seguito attraverso dei percorsi di orientamento che partono dall’analisi dei bisogni e delle competenze individuali. Le persone vengono aiutate nella redazione del curriculum vitae , nell’iscrizione al Centro per l’Impiego, vengono supportate nella ricerca attiva del lavoro tramite consultazioni delle offerte on line e contatti diretti con i datori di lavoro. Grazie ad accordi con gli Enti di formazione viene facilitato l’accesso alle misure di riqualificazione e la collaborazione con i Centri per l’impiego permette anche l’attivazione di tirocini formativi.

Per informazioni:
Associazione Nuovi Cittadini Onlus (ente capofila)
via Micesio 31 – 33100 Udine
tel.: 0432 502491
e-mail: info@nuovicittadini.com

 

(7 marzo 2014)

http://www.integrazionemigranti.gov.it/esperienze-territorio/Protezione-internazionale/Pagine/crocicchio.aspx

 20-06-2013: Giornata Mondiale del Rifugiato – Incontro in via Sabbadini


In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato l’Associazione Nuovi Cittadini promuove, nella sede di via Sabbadini (vedi immagini), un incontro di condivisione e riflessione:

20 giugno 2013 dalle ore 17.00 c/o via Sabbadini, 52 Udine - Un luogo e un tempo per STARE [insieme, in pace, riflettendo, ridendo, piangendo, liberi, responsabili…].

Ore 17.00 – I giochi e le attività libere.

Ore 19.00 – I saluti dei rappresentanti delle Amministrazioni comunali, enti titolari dei progetti SPRAR della provincia di Udine [Comune di Udine e Ambito distrettuale del Codroipese].

Messa a dimora di un albero di ulivo e momento di preghiera per regalare un pensiero a familiari e amici lontani e in ricordo di chi è mancato. [A cura degli ospiti di progetti SPRAR]. Aderisce all’iniziativa “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”.

Ore 20.00 circa – Buffet con accompagnamento musicale offerto dagli ospiti dei progetti SPRAR.

 20-06-2013: Giornata Mondiale del Rifugiato – Giunta Regionale FVG


Il 20 giugno 2013 dalle ore 11.00 presso la GIUNTA REGIONALE del Friuli Venezia Giulia presentazione dell’esperienza SPRAR FVG. Le singole esperienze SPRAR della regione, da Sacile a Trieste, passando per Pordenone, Codroipo, Udine e Gorizia si presenteranno alla nuova Amministrazione regionale raggiungendo Trieste lungo il binario ferroviario che unisce le 6 città dello SPRAR in FVG e che lega i territori delle quattro province coinvolte. Ogni progetto sarà rappresentato da alcuni dei beneficiari richiedenti asilo e rifugiati, da amministratori dei comuni capofila dei Progetti e da alcuni degli operatori sociali degli enti di tutela partners.

07-01-2012: NUOVI CITTADINI PER IL CORNO D’AFRICA


Sabato 7 gennaio 2012 dalle 20:45 NUOVI CITTADINI partecipa alla serata di beneficenza pro Corno d’Africa promossa dal Comune di Tavagnacco c/o l’Auditorium Comunale di Feletto Umberto e racconta in uno spazio temporale di un’ora, attraverso immagini, video e le parole di Umi Bana Mohamed, collaboratrice dell’Associazione, la situazione del Corno d’Africa. A seguire l’esibizione del coro AfricaAuser, composto dai ragazzi ospiti a Pulfero, e una presentazione di NUOVI CITTADINI nell’ambito della protezione internazionale da parte del Presidente Silvia De Lotto.

Supporto tecnico di Rossana Marini ed Erasius Nzoh ed artistico di Francesca Cerno.

01-10-2011: Incarico a NUOVI CITTADINI ONLUS per il PIANO EMERGENZA NORD AFRICA


Nell’ambito del Piano di accoglienza emergenziale a favore dei migranti provenienti dai Paesi del Nord Africa, operativo a livello nazionale dal 15 aprile 2011, NUOVI CITTADINI ONLUS è stata formalmente incaricata dalla Prefettura di Trieste di assicurare per la Provincia di Udine e fino al 31 dicembre 2011 i servizi minimi di assistenza legale, sanitaria e di alfabetizzazione a tutti i migranti presenti negli hotel a Valbruna, Moggio Udinese, Villa Santina, Verzegnis, Nimis (due strutture); Lusevera, Pulfero, Fagagna e Udine.

Un riconoscimento alla professionalità e alla competenza di NUOVI CITTADINI ONLUS, che vede accolto il modello di assistenza e di accoglienza coniato per il progetto SPRAR.

 

 12-01-2012: NUOVI CITTADINI ONLUS è in rete


È on line il nuovo sito di NUOVI CITTADINI ONLUS: una finestra sul web per conoscere tutti i progetti e le iniziative dell’Associazione udinese.